CORDOGLIO PER LA MORTE DELL’AVVOCATO EBRU TIMTIK

Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Varese,

ha appreso che l’avvocato turca Ebru Timtik è morta dopo due anni di detenzione e 230 giorni di sciopero della fame per protesta contro l’oppressione del diritto di difesa patendo sofferenze fisiche indescrivibili, reclamando un giusto processo e i diritti di detenuta che le sono stati negati.

L’avvocato Ebru Timtik era stata arrestata insieme ad altri 18 Colleghi e condannata ad oltre tredici anni di carcere dalla Corte Penale di Instanbul  ed è deceduta prima che intervenisse una sentenza definitiva da parte dellla Suprema Corte turca, non smettendo mai di lottare per la difesa dei diritti umani.
Unitamente al collega Aytac Unsal dal 05.04.2020 aveva deciso di proseguire lo sciopero della fame fino alla morte per richiedere l’indipendenza della giurisdizione, il rispetto dei diritti fondamentali e delle regole del giusto processo.

La Corte Costituzionale di Ankara il 14 agosto scorso aveva rigettato la richiesta di rilascio a scopo precauzionale sia per Lei che per il Collega Aytaç Unsal.
Nel renderLe onore intendiamo esprimere la nostra vicinanza e solidarietà ai colleghi turchi e stringerci intorno ai familiari manifestando profondo cordoglio per la sua perdita.

Continueremo a batterci, unitamente agli organi istituzionali che ci rappresentano, e chiedere alle Autorità turche il rispetto dei diritti fondamentali e della difesa.

Reclamiamo l’immediata libertà e cure mediche per il collega Aytaç Unsal.

Varese, 31.07.2020

Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Varese